X Factor: Morgan ripercorre il suo sfogo a Selinunte!

X Factor: Morgan ripercorre il suo sfogo a Selinunte!
X Factor

Mercoledì 12 settembre ha avuto luogo il briefing mediatico di X Factor. Il reality show è pronto per fare ritorno giovedì 14 settembre, in prima serata su Sky Uno e in streaming su Now, alle 21.15. L’incontro è stato, per Morgan, la primissima opportunità pubblica per chiarire e ritornare a discutere di quanto trascorso ultimamente. Si tratta della sua espressione di frustrazione nei confronti della platea durante il live a Selinunte.

La conferenza di X Factor

Morgan, durante la conferenza, ha manifestato la sua tristezza, tornando su ciò che è accaduto al concerto in onore di Franco Battiato. Ha spiegato che quel concerto è stato un momento complicato in cui si è creata una situazione complessa. Egli ha causato un evidente malinteso linguistico. Per Morgan le parole sono estremamente importanti e possono essere delle vere armi. Per questo motivo ha deciso di scusarsi pubblicamente durante la conferenza, ha voluto dare concretezza alle sue scuse.

Morgan dichiara che quello a Selinunte è stato un concerto meraviglioso, e chi l’ha vissuto in prima persona si è comprensibilmente sentito offeso dalle sue parole. In quel momento di sfogo del 26 agosto scorso, Morgan aveva coinvolto anche Fedez, che non aveva mai risposto pubblicamente alle parole del cantante.

Scuse di Morgan accettate

Nonostante quanto è successo, Morgan è stato confermato come giudice per la prossima edizione di X Factor. Ciò ci fa capire che le sue scuse sono state accettate. Durante la conferenza, tuttavia, Sky, attraverso Antonella D’Errico, si è distanziata dalle parole di Morgan a Selinunte. Morgan ha deciso di destinare metà del suo stipendio all’associazione ha reso le sue scuse molto concrete.

Infatti, pochi giorni dopo lo spiacevole accaduti, Morgan aveva annunciato di voler donare metà del suo stipendio di X Factor alle Case Arcobaleno. Si tratta di strutture che si occupano di giovani rifiutati dalle loro famiglie a causa della loro orientamento sessuale, identità di genere o per un percorso di transizione. Il cantante ha fatto questo annuncio subito dopo la pubblicazione del video completo dell’incidente durante il concerto in memoria di Franco Battiato.