Svolta per l’Ucraina: 60 caccia F-16 in arrivo, ma c’è un “ma”!

Svolta per l’Ucraina: 60 caccia F-16 in arrivo, ma c’è un “ma”!
Zelenski

Una notizia di grande rilevanza è stata annunciata dal presidente ucraino Volodimir Zelenski durante i suoi recenti viaggi in Paesi Bassi e Danimarca. Infatti, Kiev ha ottenuto la promessa di oltre 60 caccia F-16 da parte di questi due Paesi, aereo che risulta fondamentale per far fronte alla minaccia russa che da tempo aleggia sullo stato ucraino.

Dall’Olanda, Zelenski ha confermato che riceveranno ben 42 F-16. Tuttavia, il Primo Ministro olandese, Mark Rutte, non ha fornito un numero preciso, dimostrando un certo titubanza nel comunicaresi sul tema. Dall’altra parte, la Prima Ministra danese, Mette Frederiksen, ha dichiarato che la Danimarca fornirà 19 aerei in tre distinti lotti, con il primo lotto composto da sei aerei che verrà consegnato intorno al Capodanno del 2024.

Ma la consegna di questi aerei dipende da due fattori di estrema importanza: la formazione dei piloti e del personale tecnico ucraino in Europa e la graduale sostituzione degli F-16 con i nuovi F-35 prodotti negli Stati Uniti.

Il Ministero della Difesa olandese ha affermato che gli F-16 stanno diventando obsoleti, in quanto saranno presto rimpiazzati dai nuovi modelli. La flotta attuale di 42 aerei conta ancora su 24 F-16 operativi, che vengono generalmente utilizzati per sorvegliare lo spazio aereo del Benelux. Il governo olandese non ha specificato il numero esatto di aerei da fornire, poiché sta valutando seriamente la possibilità di sostituire tutti gli F-16 con i nuovi F-35.

Mark Rutte ha inoltre sottolineato alcune condizioni che l’Ucraina dovrà rispettare. In particolare, il Paese dovrà garantire che gli aerei non verranno utilizzati per attaccare il territorio russo, tenendo conto del fatto che la Russia considera alcune parti dell’Ucraina, come la Crimea, legalmente integrate nel suo territorio. Inoltre, sarà necessario che l’Ucraina migliori la sua infrastruttura per poter ospitare questi aerei.

La consegna degli aerei avverrà non appena gli Stati Uniti rispetteranno i tempi di consegna dei F-35 e i piloti e il personale ucraino (un totale di 70 persone) avranno completato la loro formazione in Danimarca.

È importante sottolineare che la richiesta di F-16 è stata una costante da parte del presidente ucraino, che mira a sferrare un contrattacco alle forze russe che occupano diverse aree nell’est e nel sud dell’Ucraina. Tuttavia, Zelenski ha dovuto affrontare la diffidenza dell’Occidente e una serie di ritardi in questo processo. Adesso sembra che finalmente il destino si stia muovendo dalla loro parte, portando una luce di speranza in una situazione critica e pericolosa che mette a repentaglio la sicurezza e la sovranità dell’Ucraina.