Paola Ferrari lancia una frecciatina a Diletta Leotta: “Non mi convince il suo stile di donna!”

Paola Ferrari lancia una frecciatina a Diletta Leotta: “Non mi convince il suo stile di donna!”
Paola Ferrari

Due mondi opposti si scontrano nel mondo dello sport, e le protagoniste sono Paola Ferrari e Diletta Leotta. Anche se accomunate dalla passione per il settore, le due presentatrici rappresentano personalità e atteggiamenti completamente differenti. E proprio la diversità tra loro è stata messa in risalto da Paola Ferrari, attuale conduttrice di 90° Minuto su Rai, durante un’interessante intervista concessa al giornale Il Messaggero.

Dopo aver toccato argomenti delicati come il suo passato difficile segnato da dolore e abusi, la conduttrice sportiva ha voluto parlare della sua collega e rivalità sul campo di lavoro – Diletta Leotta – analizzando il rapporto che le lega.

Paola Ferrari dice la sua su Diletta Leotta

Nella recente intervista, Paola Ferrari ha ribadito ancora una volta la sua opinione su Diletta Leotta: “Non mi piace il suo stile. Non sono favorevole al ruolo della donna che si espone troppo fisicamente in questo lavoro. Non credo che sia l’arma della seduzione a renderci credibili, ma ognuno è libero di fare ciò che desidera. Così facendo, però, ci trasformiamo in merce scambiabile”.

La conduttrice ha poi sottolineato che, nonostante ciò, ha un buon rapporto con molte colleghe presso Rai Sport, dando a intendere che la sua opinione non deriva da una mancanza di solidarietà tra donne.

Insomma, Paola Ferrari sembra avere ben chiara la sua visione del ruolo femminile nel mondo dello spettacolo e non sembra disposta a cambiare idea. Ciò che conta per lei è la sua idea di credibilità, anche se questo significa andare controcorrente rispetto ad altre persone del settore.

Scintille tra le donne nei camerini dei programmi sportivi

Le donne nei camerini dei programmi sportivi sembrano essere più rivali che amiche. Ma quando si tratta di affrontare la discriminazione sessista, il fronte è più unito che mai. Una fonte confidenziale ha rivelato che le donne dei programmi sportivi sono stanche dei commenti denigratori sulla loro età.

“Mi infastidisce quando mettono l’accento sulla mia età perché sembra che in certi ambienti, come la televisione, le donne debbano essere accettate solo se giovani e belle”, ha dichiarato un’affermata e audace presentatrice sportiva. A quanto pare, gli uomini non sono soggetti allo stesso trattamento. Lavorano fino alla pensione senza problemi, senza che nessuno osi dire che sono vecchi o che hanno qualche chilo di troppo.

Questa denuncia scioccante sta già facendo rumore nell’industria televisiva. La solidarietà tra le donne dei programmi sportivi sta crescendo, e tutte si stanno unendo per mettere fine a questa ingiusta discriminazione. È tempo che le cose cambino e che le donne siano valutate per le loro competenze e non solo per il loro aspetto.